Il dentifricio è una componente importante della nostra routine di igiene quotidiana. Al giorno d’oggi entrando al supermercato, esiste una vasta scelta di dentifrici differenti: per denti sensibili, sbiancante, anti tartaro ecc. Ma realmente sappiamo cosa c’è dentro il dentifricio? Sappiamo che impatto hanno quegli ingredienti sulla nostra salute? Partiamo col dire che tutti quelli che troviamo in vendita nei supermercati contengono componenti chimiche che si leggono tranquillamente sulle etichette, e come ogni cosa chimica, ha un impatto sulla salute più o meno consistente che si vede soprattutto nel lungo periodo, e anche a livello ambientale, a causa proprio della loro tossicità. Tra tutte le componenti quella che più fa discutere è il fluoro (o fluoruro). Nonostante svariati studi scientifici hanno dimostrato la tossicità del fluoro per la salute, essendo presente in tantissimi cibi e anche nell’acqua, a insaputa di tanti, questa sostanza continua a essere utilizzata. Ma quali sono i danni che può causare l’assunzione di fluoro? I possibili pericoli derivanti dall’assunzione di fluoro sono: 1 alterazione della ghiandola tiroidea e quindi del sistema endocrino, fondamentale per la regolazione dei nostri ormoni; 2 riduzione della resistenza delle ossa, con conseguente fragilità e aumento delle probabilità di rottura 3 problemi neurologici soprattutto in età infantile 4 nascita di tumori, depressione e problemi al fegato e ai reni Questi sono solo alcuni tra i pericoli che può causare il fluoro, perché la lista potrebbe continuare. Dunque, ecco perché scegliere un dentifricio biologico e naturale. Perché contiene solo ingredienti di origine naturale, non ha nessun impatto sulla salute e sull’ambiente, e i suoi ingredienti naturali svolgono le stesse funzioni dei dentifrici chimici: sbiancano, disinfettano e puliscono i nostri denti, e con un ottimo aroma naturale, lasciano un piacevole retrogusto. Scelte consapevoli portano alla costruzione di un mondo più sano, e alla cura di numerosi problemi di salute.